Tutto pronto, semafori verdi, inizia la 69° Edizione del Festival della canzone Italiana a Sanremo. La magica riviera dei fiori quest’anno ha accolto anche noi di Radio Panorama che vi racconteremo tutti i giorni per la durata del festival, i retroscena, le curiosità e le interviste per tutti voi radioascoltatori. 

Il festival

Secondo anno di fila per Claudio Baglioni, direttore e conduttore della 69° edizione del Festival della canzone Italiana di Sanremo. Quest’anno ad affiancare Baglioni ci saranno Claudio Bisio e Virginia Raffaele. Una sola categoria e ventiquattro sfidanti, questa la principale innovazione fortemente voluta dal Direttore Artistico Claudio Baglioni per la gara che appassionerà gli italiani dal 5 al 9 febbraio su Rai 1

La conferenza stampa

Presente dunque tutto lo stato maggiore del festival e vari sono stati gli interventi, dal direttore Rai, a Claudio Baglioni passando anche e soprattutto dal sindaco di Sanremo, Bancheri il quale come da tradizione ha aperto ufficialmente la conferenza stampa. Proprio il primo cittadino di Sanremo a tal proposito ha così dichiarato:“I fiori saranno i protagonisti della città con i bouquet già nel red carpet, per quanto riguarda la sicurezza c’è attorno ad essa un grande lavoro anche con l’ausilio di nuove telecamere. Un grande ringraziamento a tutti indistintamente ed anche i professori d’orchestra”

Presente anche Claudio Fasulo vice-direttore di Rai 1, il quale ha commentato un po’ l’organizzazione

Il vice direttore Claudio Fasulo

delle serate, andando a ricordare anche cosa è il festival: “È il più grande show prodotto da un’azienda televisiva e si chiama Festival di Sanremo. Su questa stessa rete si producono circa 40 ore di televisione e il palco dell’Ariston ospiterà 263 artisti ed un’orchestra di 55 elementi. Questo è il motore della nostra azienda televisiva dell’industria musicale italiana. Tenevo molto a sottolinearlo. Quest’anno ritorna la giuria d’onore in azione venerdì e sabato, quest’anno avrà tra i membri: Mauro Pagani presidente di giuria, Ferzan Ozpetek, Camila Raznovich, Claudia Pandolfi, Serena Dandini, Joe Bastianich, Elena Sofia Ricci e Beppe Severgnini”

Le parole del direttore e conduttore Claudio Baglioni

Importante l’intervento di Claudio Baglioni, il quale ha illustrato un po’ tutto il festival

Claudio Baglioni durante il Festival di Sanremo 

: “sono qua per la seconda volta, e come tutte le seconde volte errare è umano e perseverare è artistico ossia, dopo vari pensieri, ho accantonato i progetti che avevo nel mio vecchio mestiere lasciando per aria un tour e un disco che campa in aria, per misurarmi di nuovo con la cosa più difficile che mi sia capitata nella vita. Ho ricevuto la proposta dopo Pasqua e dopo aver accettato ho ritenuto necessario pensare al festival come se noi fossimo dei servi del festival stesso. Non ci sarà la serata delle cover e le canzoni in generale dureranno un po’ di più. Questo festival sarà molto simile a quello che abbiamo fatto lo scorso anno e desidero che diventi una kermesse Popolar Nazionale e non Nazional Popolare. Avremo un ospite che abbiamo aggiunto all’ultimo minuto ma ancora abbiamo le porte a perte in tal senso e parlo di Riccardo Cocciante, alla seconda serata. L’armonia per un musicista è fondamentale, che è poi uno degli studi classici e permette quindi di collegare e comprimere i contrasti . Per quanto riguarda le scenografie, non sapendo cosa fare, abbiamo inseguito delle suggestioni, quest’anno ad esempio abbiamo giocato molto sul numero dell’edizione, ossia sul 69. Il palco dell’Ariston non è mai stato così grande, sembrerà un’onda e l’orchestra avrà addirittura una buca nel proscenio”. Prima di concludere, Baglioni ha così dichiarato: “Ci tengo a sottolineare che mi sento il sagrestano del festival, non il protagonista”.