Dopo la conferenza stampa di oggi alle 12:00, la sala stampa “Lucio Dalla” ha ospitato il primo incontro con gli artisti, parliamo di Nino D’Angelo e Livio Cori. Anche noi di Radio Panorama abbiamo posto una domanda ai due artisti che presenteranno un brano interessante dal titolo “Un’altra luce”, cantata per buona parte in “lingua napoletana”. Il tutto a poche ore dall’inizio dalla 69° Edizione del Festival della Canzone Italiana. 

La domanda del nostro Salvo Belcore a Nino D’angelo e Livio Cori

Tra i vari colleghi delle altre radio, tv e testate giornalistiche anche noi abbiamo posto alcune domande. A porgere la domanda è stato il nostro Salvo Belcore il quale ha posto le seguenti domande: 

  • Ciao Nino, ciao Livio, Salvo Belcore di Radio Panorama, volevo porvi due domande, cominciamo con la prima: sono curioso di sapere che tipo di performance vedremo sul palco dell’Ariston, dato che Livio è anche attore, ci sarà un po’ di teatralità oppure  vedremo un Nino D’Angelo pimpante, diverso dal solito ?

“Vabbè dipende dal brano, comm’ facc a spiegarvi il brano ? Questa in realtà è una canzone che fa pure riflettere , non è solo una canzone classica, sarà chiaramente interpretata. È una melodia e come tale deve essere portata a livello espressivo”.

  • Livio, venerdì con i “Sottotono” cosa vedremo  ? 

“Eh beh, questa è una sorpresa! Ho fatto il miracolo prima con Nino D’Angelo e l’ho fatto due volte (sorride). Ho cercato di spingere un po’ di più questa cosa perché oltre a Nino che è stato una pietra miliare della melodia napoletana e quindi avere un ottimo background e con i Sottotono, con il loro percorso negli anni 90 che hanno portato l’RNB, la Soul Music e la Urban italiana, sono stati di ispirazione per me e quindi averli entrambi sul palco sono stati coloro che mi hanno permesso di fare la musica in un certo modo, sai, proprio di ispirazione sul palco”